Arte cilento,cultura cilentoCastellabate affitti vacanze dove dormire

Cultura e Arte nel Cilento

A CASTELLABATE MUSICA, CULTURA E INTRATTENIMENTO PER LA TUA ESTATE 2017. Ci saranno ALEXIA, RICCARDO SCAMARCIO, VERONICA PIVETTI, MICHELE PLACIDO, VITTORIO SGARBI, ANTONIO CAPRARICA. Un programma di eventi ricco e di qualità quello che animerà l’estate di Castellabate in ogni frazione del comune e che vedrà il susseguirsi di serate con prestigiosi personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema e della cultura. Si parte con il Festival internazionale degli

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 84 volte
dal 12 Marzo 2012

Leggende campane: chi non conosce il "Munacieddo" cilentano? Nel Cilento è molto noto ed è il protagonista di numerose leggende e storie della tradizione: è il “Munacieddo”, figura tipica del Sud Italia, dove è conosciuto con nomi diversi. Un personaggio plurisecolare con indosso un saio da monaco e con una lieve gobba. Si narra che nel lontano 1400 Caterinella, giovane napoletana, partorì un bambino deforme, che coprì con un sa

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 566 volte
dal 17 Giugno 2015

Dalla lettura del romanzo breve “Il fiore dell’agave”, di Raffaele De Pascale, si rimane perplessi. Esso sembra sfuggire a tutte le categorie letterarie a cui si è abituati, rendendo quasi impossibile identificare dei parametri di valutazione affidabili. È un romanzo, certo, o un lungo racconto. Ma, se si tenta di delineare la trama, ci si avvede che, in realtà, vengono proposti in successione otto racconti, tanti quanti sono i capitoli del libro.   Ciascuno di essi segue un s

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 481 volte
dal 1 Ottobre 2013

di Basilio Santòcrile Si racconta che un signorotto allora abbastanza noto nel Cilento, Don N. C. passava per Monteserra in groppa al suo cavallo, seguito dal suo baldo servitore in groppa ad un asino, al chiarore della luna piena scorse in lontananza una fanciulla, che percorreva a piedi la stessa strada. Si fermò e, fattala salire sul suo cavallo, intendeva darle un passaggio fino al paese più vicino. La fanciulla accettò l’offerta, ma giunti ad un bivio chiese di smontare dacavallo per

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 614 volte
dal 29 Giugno 2013

di Basilio Santòcrile Quando ero ragazzino, dell’età di 10 -11 – 12 forse 13 anni, mi accinsi a fare una raccolta di canzoni cilentane insieme al mio amico Zi Cicco, ne raccogliemmo circa 2000, e una vecchietta del Paese zi Carmelia, mi prestò un quaderno scritto dal suocero, nel quale oltre alle canzoni Cilentane si accennava ad una mitica strega di Monteserra. Si parlava di una strega vissuta in quella zona a metà 700 e inizi 1800, di fatti misteriosi accaduti in quella località e di

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 695 volte
dal 28 Giugno 2013

di Basilio Santòcrile Per quanto riguarda le janare, la tradizione cilentana vuole che siano delle bambine nate la notte di Natale allo scoccare della mezzanotte. – Esse  avrebbero la capacità di trasformarsi in janara, una specie di folletto maligno, rassomigliante a una nana, dotata di un’irsuta pelliccia e di potenti artigli lunghi e a spatola, di sopracciglia che si congiungevano sopra il naso, e di occhi di sanguigni. Le loro mani e piedi mostravano una pelosità anormale, ment

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 1013 volte
dal 27 Giugno 2013

di Basilio Santòcrile (Leucosia una delle sirene che insieme a Ligia e Partenope abitavano il golfo di Salerno. Leucosia di sicuro dimorava a Licosa da cui prende il nome.) - Ma chi erano in realtà le Sirene? - In tutta la mitologia mediterranea, troviamo sparsi qua e là, accenni alle sirene, Ulisse rischiò di restare vittima di queste creature, ma i preziosi consigli della maga Circe lo salvarono. Esse compaiono anche nel racconto degli Argonauti e nel ratto di Proserpina. Pur essendo

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 458 volte
dal 26 Giugno 2013

di Basilio Santòcrile Chi sono le fate? Altri personaggi della tradizione popolare?! - Parliamone e conosciamole un poco. -Pensare subito alla classica fata dai capelli turchini è un grosso errore, le fate sono state ritenute degli esseri per niente generosi, ostili all’uomo, di piccolissima statura e abitanti nel cuore delle foreste e delle grotte, erano alate e di aspetto abbastanza gradevole, inoltre avevano il dono della magia, ma non parteggiavano per il demonio come le streghe.

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 949 volte
dal 25 Giugno 2013

Torricelle, Casal Velino.— In località Torricelle (Terricieddi in cilentano), nel territorio del comune di Casal Velino, sono stati rinvenuti resti evidenti di un centro abitato che la tradizione popolare vuole molto ricco e prospero: candidato ideale per le razzie dei predoni saraceni. Un tempo quando le incursioni piratesche facevano strage dei piccoli paesi vicini alla costa, raggiungibili navigando lungo le spiagge, di porto in porto, o attraverso i fiumi; per scampare al perico

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 1097 volte
dal 27 Maggio 2013

Acquavena, Roccagloriosa.— La leggenda riguarda la misteriosa origine della Chiesa della Madonna della Potentissima in Acquavena, frazione di Roccagloriosa. La chiesa sorge nell'omonima piazza al centro del paese e al davanti del cimitero. La sua origine così come l'ubicazione rimandano ad un prodigioso intervento divino. Molto tempo fa, un pastore portando al pascolo i suoi buoi si accorse che questi scomparivano a poco a poco. Preoccupato, pensò che nel paese vi fos

inserita da Appartamenti per Vacanze a Santa Maria di Castellabate
visitata 934 volte
dal 26 Maggio 2013