fate, boschi, magia, basilio santocrile affitti vacanze dove dormire

LE FATE

Turismoincilento.it - LE FATE Cultura e Arte  25/06/2013 06:40:02 - admin - di Basilio Santòcrile Chi sono le fate? Altri personaggi della tradizione popolare?! - Parliamone e conosciamole un poco. -Pensare subito alla classica fata dai capelli turchini è un grosso errore, le fate sono state ritenute degli esseri per niente generosi, ostili all’uomo, di piccolissima statura e abitanti nel cuore delle foreste e delle grotte, erano alate e di aspetto abbastanza gradevole, inoltre avevano il dono della magia, ma non parteggiavano per il demonio come le streghe. La leggenda vuole che quando Lucifero incitò gli Angeli alla ribellione, dicendo loro che era sua intenzione fondare un regno proprio, molti lo seguirono, e i cancelli celesti vennero chiusi, e molti esseri che si trovavano sulla terra, non riuscendo a raggiungere né una meta né l’altra si fermarono sulla terra rifugiandosi nei boschi e nelle grotte, divennero il popolo fatato. - Vi è una teoria che parla di un popolo di esseri minuscoli di una pagina di storia forse realmente accaduta, tanto che viene riaffermata dal noto studioso Gerard B. Gardner il quale afferma che: “Il piccolo popolo è di origine preceltica, e le tradizioni che vi si riferiscono si riallacciano ai ricordi di antichissimi abitanti del nostro continente di statura minuscola.” - Della stessa opinione è la prof.ssa Murray, la quale inoltre è del parere che: “Il culto della stregoneria ebbe inizio proprio dai piccoli uomini. Costoro come tuttii popoli primitivi praticavano la magia e avevano le loro divinità, che il cristianesimo più tardi tentò di cancellare”. Tutto questo a mio parere ha un unico punto debole: questa razza di piccoli esseri fatati, non ha lasciato alcun segno tangibile, ragion per cui diventa impossibile accettare la teoriadei due studiosi. Oltre l’episodio di Fra liberto, vi è quello di Emilio. Alaggia: Un dì mentre tornava per la “l’accorciatora re Campo re Curraro”, vide un nugolo di esserini svolazzare raso terra,si avvicinò per osservarli meglio, ma uno di questi lo colpì al viso con una fiammata rendendolo cieco per l’intera giornata e l’intera notte, tanto che rientrò al paese il giorno successivo, ma non volle parlarne con nessuno. Vi sono anche le famose foto scattate dalla bambina inglese Frances Wright, nel luglio del 1918, e da Frances ed Elsie Wiright, il 19 agosto 1921. Tali lastre ristudiate nel 1978 non hanno presentato alcun sospetto di fotomontaggio. Ma le più strane teorie si sono sviluppate intorno alle foto d




LE FATE- Tag:fate, boschi, magia, basilio santocrile affitti vacanze dove dormire